Letture estive… ma creative!

01Ago, 2018

L’estate è il momento perfetto (e spesso purtroppo l’unico) per prendersi un momento di pausa e godersi una buona lettura. Ecco le proposte che il Team di Proofy propone per questi mesi soleggiati.

La proposta di Valentina

Nella mia estate non può mancare un libro in grado di ispirarmi, da cui possa trarre qualche idea o che mi ricordi perché ho deciso, insieme a Tiziano e Paola, di creare Proofy. La mia proposta è “Verso la creatività e oltre” di Ed Catmull, co-fondatore di Pixar Animation Studios. Non fatevi ingannare, questo è un libro che non parla solo della storia della Pixar, ma di come un uomo ha lottato con ogni mezzo per realizzare i propri sogni, credendo sempre nel proprio lavoro. Che siate scrittori, illustratori, musicisti o altro la creatività e la protezione del vostro lavoro è al centro di tutto.

La proposta di Tiziano

Per chi come me preferisce restare sempre informato e approfittare del tempo libero per leggere qualcosa che possa essere utile al vostro business, consiglio “Don’t make me think” di Steve Krug. Questa è la bibbia degli startupper. Web designer e sviluppatori di tutto il mondo hanno basato le loro strategie sulla prospettiva di Krug. Queste sono un ottimo spunto per chiunque voglia condurre un web-business. Krug ha anche pubblicato una versione del libro (ormai considerato un classico del genere) con esempi più attuali e un capitolo dedicato al mobile. Questo libro non è solo un valido manuale per i tecnici di settore ma anche un racconto illustrato, facile da leggere e molto divertente.

La proposta di Paola

Quando il lavoro e gli impegni quotidiani si spengono per qualche giorno vorrei solo sgomberare la mente e divertirmi con un bel romanzo. Sicuramente la mia proposta è “Le solite sospette” di John Niven. Un gruppo di signore anziane si ritrovano sole e decidono di fare qualcosa per sconvolgere le loro vite. Così, progettano di rapinare una banca e scappare in Costa Azzurra con il bottino. Tra  improbabili battute e svariate vicende, vi ritroverete, come me, a piangere dalle risate. La lettura è scorrevole, nel classico stile dello scrittore per chi avesse già letto uno dei suoi romanzi. Consigliato per tutti quelli che cercano una storia da cui essere assorbiti ma che non richieda troppe attenzioni.

La proposta di Daniela

Un libro deve farmi emozionare, commuovere e sognare ed il libro giusto è “Fahrenheit 451”. Era da un po’ che cercavo un libro così e, nonostante all’inizio sembrasse qualcosa di già letto e riletto, dopo poche pagine ci si accorge della ricchezza della storia. Ray Bradbury racconta le vicende di Montag, costretto dalla società a irrompere nelle case e a bruciare ogni libro trovato. Il protagonista però convive con un sentimento di alienazione, costretto ad una vita che non vuole e circondato da un mondo grigio e senza sentimenti dove la tecnologia sembra aver preso (o perso) il controllo.
Vi ritroverete in un mondo più vicino a quello di oggi di quanto non si pensi. Si parla di libertà di informazione e di espressione e di come a volte un incontro è tutto ciò che serve per vedere finalmente la verità. Inoltre, per gli appassionati, troverete molti riferimenti ai grandi classici e non che vi divertirete a indovinare.

La proposta di Gabriele

Come lettura per l’estate, che sia al mare sotto l’ombrellone o in montagna sotto un porticato, preferisco romanzi leggeri ma incisivi, in grado di farmi riflettere. “Il Gattopardo” è per me un classico senza tempo. Di recente l’ho riletto con gli occhi di chi vive nella società italiana di oggi e mi sono ritrovato a chiedermi se Giuseppe Tomasi di Lampedusa non lo avesse scritto nel 2018. Il romanzo non racconta solo la famosa storia della nobiltà siciliana in un epoca di cambiamento, a cavallo con l’unità d’Italia. Si parla di conservazione e dell’inevitabile necessità di aggiornarsi perché, come si afferma nel romanzo, “Tutto deve cambiare perché tutto resti come prima”. Un meraviglioso spunto di riflessione per tutti, valido per molti aspetti della vita creativa.

La proposta di Elena

Per me non c’è niente di più creativo dell’esplorazione di verità e situazioni parallele alla realtà e società che viviamo oggi. D’altronde, quello che conosciamo è stato determinato da una serie di eventi e scelte che, se messe in ordine diverso, portano a risultati opposti. Ecco perché ho amato il “recentissimo” libro (nonostante la prima edizione risalga al 1985) di Margaret Atwood, poetessa e scrittrice, attivista e femminista canadese. Nel suo libro “Il racconto dell’ancella” si narra la storia di una società non troppo improbabile in cui un governo estremamente conservatore ha preso il potere ed imposto uno stile di vita austero e devoto al dovere. Alle donne non è più concesso lavorare, scrivere, leggere e in generale avere un’opinione, un pensiero. Dopo più di quarant’anni, la protagonista del libro è ancora d’ispirazione per le generazioni di donne e uomini successive che sanno quanto sia importante far valere i propri diritti. Per chi stesse cercando disperatamente un romanzo degno di “Brave new world” o “Il signore delle mosche” sicuramente questo è il libro che fa per voi.

Sei curioso di sapere di più su di noi? Leggi questo articolo su come è nato Proofy, iscriviti alla nostra newsletter o contattaci.


Seguici sulla notra pagina Facebook e Instagram per rimanere aggiornato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *